Le promesse di Poste Italiane fanno contenti i sindaci del Cilento interno e costiero

Le promesse di Poste Italiane fanno contenti i sindaci del Cilento interno e costiero

30 Ottobre 2019 0 Di Redazione

Resteranno tutti aperti gli uffici postali nei comuni con meno di 5000 abitanti. Questo è il più importante degli impegni di Poste Italiane, assunto nell’incontro Sindaci d’Italia tenutosi lo scorso 28 ottobre 2019 a Roma.

Poste Italiane non si limita solo a garantire il proseguimento dell’attività degli Uffici Postali attualmente in esercizio, ma per il 2020 prevede il potenziamento dei servizi negli uffici postali dei comuni più piccoli.

Mai più uffici postali chiusi. Anche per il Cilento l’impegno di Matteo Del Fante a non chiudere gli uffici postali.

Gli uffici postali rappresentano per molti comuni un presidio dello Stato specie dove non vi è neppure la caserma dei Carabinieri. Non chiuderanno e continueranno ad essere attivi e a consegnare lettere e fornire servizi bancari e postali gli sportelli di Poste Italiane presenti nei piccoli Comuni d’Italia.

Più ATM per i piccoli comuni d’Italia. I Postamat verranno installati negli uffici postali, mentre i Totem verranno installati nei comuni o nelle frazioni dove non è presente un ufficio postale

Gli ATM, meglio noti come Postamat saranno installati negli uffici postali dei piccoli centri, con la precedenza per quei comuni in cui non è presente nessun altro sportello automatico per il prelievo del contante.

Le frazioni e i comuni sprovvisti di ufficio postale saranno dotati di Totem, ovvero ATM evoluti in grado di effettuare operazioni postali diverse rispetto al semplice prelievo del contante. Da qui, potranno essere effettuate le ricariche telefoniche e prepagate, bonifici bancari e numerose altre operazioni telematiche.

Il servizio di tesoreria per i piccoli comuni consentirà di avere un rapporto diretto con le amministrazioni locali

L’istituzione del servizio di tesoreria consentirà alle amministrazioni locali di lavorare in sinergia con Poste Italiane ed in particolare con gli uffici locali. Un chicca che permette alle amministrazioni di potersi rivolgere ad una tesoreria locale, spesso assente nei comuni che non hanno alternative bancarie sul proprio territorio.

Non solo. Poste Italiane ha promesso l’assegnazione gratuita di due POS per ogni Comune per consentire l’incasso telematico di sanzioni amministrative e tributi locali.

Dal 2020 gli uffici postali saranno punto di riferimento per i turisti. Previsto il potenziamento per i territori a vocazione specifica durante la stagione turistica

Da oggi ci saranno gli uffici postali turistici. Nei territori a vocazione turistica i servizi degli uffici postali saranno potenziati nei periodi stagionali di maggiore affluenza. In particolare nelle zone montane a vocazione sciistica e nelle zone costiere a vocazione balneare, gli uffici postali implementeranno gli orari di apertura e gli sportelli disponibili durante l’alta stagione.

Non solo, la novità più interessante riguarda l’infopoint presso gli uffici postali. Nei comuni a vocazione turistica gli uffici postali potranno, in sinergia con le amministrazioni dei comuni locali, ospitare durante le ore di apertura i c.d. infopoint. Questi diventeranno punto di riferimento per i turisti e un servizio in più per chi viaggia.

L’inversione di tendenza: mai più uffici postali chiusi e potenziamento dei servizi nei piccoli comuni.

Grande risultato per le decine di sindaci provenienti dal Sud della Provincia di Salerno, presenti alla seconda Edizione del convegno intitolato “Sindaci d’Italia”, organizzato da Poste Italiane a Roma.

In passato gli amministratori del territorio cilentano lamentavano la chiusura di sportelli e uffici o il taglio dei servizi, con grande disappunto delle comunità locali. Spesso gli utenti sono stati costretti a spostarsi nei centri più grandi per svolgere semplici operazioni di cassa.

Sono buone le intenzioni dell’Amministratore Delegato Matteo Del Fante: mai più sportelli chiusi nei piccoli comuni, più Postamat nelle aree dove non ci sono alternative ai servizi bancari e il potenziamento degli uffici postali nelle aree a vocazione turistica.

Il potenziamento della presenza di Poste nei piccoli comuni, sostenuto dal governo attuale, ha messo d’accordo vertici aziendali e Sindaci d’Italia.

Il nostro servizio realizzato in occasione del Convegno Sindaci d’Italia del 28 ottobre 2019

(44)