Emergenza sicurezza a Pontecagnano Faiano, appello di Angelo Rispoli della Csa provinciale

Emergenza sicurezza a Pontecagnano Faiano, appello di Angelo Rispoli della Csa provinciale

23 maggio 2018 0 Di Redazione GwTelevision

Dignità per i lavoratori della polizia municipale di Pontecagnano Faiano. A chiederlo è Angelo Rispoli, sindacalista della Csa provinciale, che da tempo segue la vertenza degli agenti della città picentina. “Lavorare in questo modo è inaccettabile. Mi auguro che i candidati a sindaco di Pontecagnano Faiano abbiano inserito tra le loro priorità anche la necessità di garantire un apparato sicurezza più efficiente per la loro comunità”.

Un messaggio chiaro ai candidati Francesco Pastore, Giuseppe Lanzara, Giovanni Ferro, Franco Longo e Angelo Mazza, che Rispoli ribadisce senza mezzi termini. “La caserma in cui operano i poliziotti in questo momento è davvero carente e non permette al personale di utilizzare strutture tecnologiche avanzate, come i droni, che potrebbe dare un grosso apporto al controllo del territorio che si estende dalle montagne di Faiano fino alla fascia marittima della litoranea”, ha detto il sindacalista. “L’età media degli agenti è alta, tanto da far auspicare un concorso pubblico. Inoltre, le risorse attuali non sono valorizzate. Ci sono agenti laureati che non possono ambire a una promozione perché l’Amministrazione non ha mai messo in cantiere un concorso interno”.

Infine, la chiosa su parco auto, divise e dotazione di armi. “Sarebbe giusto puntare su attrezzature più moderne, utili per poter controllare ogni frazione della città. Quello della sicurezza è un problema da non sottovalutare. Spero che chi governerà Pontecagnano Faiano non si dimentichi della necessità di garantire ai cittadini un corpo di Polizia municipale degno di tale nome. Siamo pronti anche un confronto se necessario, sperando che su i problemi seri di questa città non ci sia l’ennesimo atto di indifferenza”.

(0)