CAMEROTA – al via la II edizione della Festa dell’Olio

Al via la II edizione della Festa dell’Olio in piazza Castello a Camerota capoluogo. La festa, che avrà inizio a partire da domani, si protrarrà fino a domenica 30 novembre.
A partire dalla ore 20.00 di domani la gastronomia Cilentana, accompagnata dalla musica e dal buon vino locale, in un contesto altamente suggestivo quale il borgo camerotano, accoglierà la comunità cilentana, per riscoprire le potenzialità dell’olio nostrano, riportando la vita sociale e l’allegria al centro del paese come a suo tempo accadeva anche durante le serate più fredde.
Il Comitato Civico “Camerota Insieme” in collaborazione con la Pro Loco locale, rinnovano quest’anno la partenrship per la cura e organizzazione della festa dell’olio, con importanti novità rispetto alla scorsa edizione. Quest’anno gli incontri enogastronomici a base si olio rigorosamente Cilentano avranno natura itinerante, finalizzata quest’ultima alla riscoperta e alla valorizzazione degli scorci del paese di ieri e di oggi.
A inaugurare la querelle saranno gli organizzatori delle associazioni promotrici dell’evento che durante la prima serata introdurranno il convegno d’apertura al quale presiederanno operatori ed esperti della filiera olearia.
Lo slogan della manifestazione “La crisi olivicola” pensato per la seconda edizione, è anche il tema del dibattito che sarà tenuto da Raffaele Sacchi docente alla Federico II (aspetti storico-culturali), Giovanna Verrone e Caterina La Bella della Coldiretti (aspetti economici) e Liana Cammarano nutrizionista (aspetti sanitari). Il convegno è un’occasione stimolante per tutti coloro che vorranno comprendere e approfondire gli aspetti culturali ed economici del mondo olivicolo, ma soprattutto un punto di incontro dove potranno essere confluiti problemi e soluzioni che affliggono l’intera catena del settore oleario.
Il Comitato e la Pro Loco di Camerota tengono particolarmente al territorio e considerano questo evento una importantissima possibilità di sviluppo e di condivisione. Gli organizzatori si auspicano una risposta concreta e sensibile da parte dei cittadini, una maggiore sensibilizzazione alle colture olivicole e il superamento dei campanilismi e dello stato di stasi che oggi il settore olivicolo vive.
Gli organizzatori invitano i paesi vicini a partecipare nelle due serate del 29 e del 30 novembre.
La serata di sabato sarà allietata dalla musica dal vivo della “Compagnia dei cantori popolari”, mentre domenica la serata sarà allietata dalla musica di Giuseppe Galato.
Tutto ciò che ci appartiene – come la tradizione – e tutto ciò che la terra ci offre, non può lasciarci indifferenti, soprattutto in questa fase storico-economica di forte crisi generale. L’olio è l’incontro tra tradizione ed economica e Camerota ne è consapevole, ora mira ai fatti, alle competenze e alla cooperazione.

di Annarita Cavaliere

 

– riproduzione riservata –

You May Also Like

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: